MERCOLEDI' DI OCCUPIAMOCI portava come titolo:
" PUBBLICO e PRIVATO uno cooperazione necessaria per creare nuove opportunità di lavoro"
Lo scopo è stato quello di aiutare a "sbrogliare" i nodi tra tutti i percorsi possibili di quale avrebbe potuto essere la strada più adatta a
far decollare un iniziativa per una nuova attività.
Il tutto sotto la conduzione di Rodolfo Ravagnan, già da tempo riferimento storico per queste tematiche in UNINDUSTRIA BOLOGNA.
L'argomento del cambiamento epocale in corso è stato subito affrontato con un esame delle varie fonti di finanziamento a carattere
generale, facendo emergere ancora le disomogeneità esistenti...Banche che non erogano, fondi di equity ancora lontani dalle realtà italiane
e poco disponibili salvo eccezioni ecc..., EE.PP con varie sigle che forse sono i più interessanti sulla carta, ma poi si rivelano limitati...
La discussione si è sviluppata allorquando si è esaminato scendendo nel concreto con il dr. Stefano Rabacchi, i problemi dei "primi cento metri"
ovvero la prima fase di avvio che appare il momento maggiormente critico della nascita di una realtà nuova, il professionista si è inserito
ottimamente anche nella descrizione dei supporti tecnici per la valutazione con dovizia di argomenti e suggerimenti.
Il "testimone" è stato preso subito dopo dalla dottoressa Giovanna Trombetti (Città Metropolitana) che ha analizzato quanto si è fatto e si fa ancora
con i mezzi che gli EE.PP hanno, promuovendo tramite l'ufficio "progetti d'impresa" gli incontri tra chi intende fare e chi può finanziare (Business anglels)
anche con esempi pratici di aziende nate all'ombra di iniziative singole e che ora sono solide realtà.
La dirigente ha presentato nei dettagli gli obbiettivi dell'ente Citta Metropolitane invitando a prendere contatto con la sua struttura il suo intervento
ha destato molto interesse sollevando quesiti.
Ultimo a chiudere la serata è stato il dr. Gianfranco Poggioli dell'ufficio studi di UNINDUSTRIA BOLOGNA, Ha spiegato le opportunità di
agevolazione collegate alle diverse tipologie di nuove imprese, a partire dalle start-up innovative.
Ne è seguita una serie interessante di richieste di approfondimento tecnico e azioni "b to b".


bs chi siamo 200 200 round corner 20

bs collabora 200 200 round corner 20

bs dona 200 200 round corner 20
bs si inizia a costruire 200 200 round corner 20
bs come funziona 200 200 round corner 20
bs vuoi associarti 200 200 round corner 20

Progetto City Cruiser

Abbiamo 20 visitatori e nessun utente online